Accoltellato al culmine di una lite con il vicino: 32enne ucciso davanti alla fidanzata

Un ragazzo di 32 anni è stato ucciso ieri mattina con una coltellata nel cortile della sua abitazione a Villafranca Padovana, in provincia di Padova.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Raggiunto da una coltellata al fianco, al culmine di una lite con un suo vicino, scoppiata nel cortile della sua abitazione. Così è stato ucciso un ragazzo di 32 anni nella mattinata di ieri a Villafranca Padovana, comune della provincia di Padova.

L’allarme è stato lanciato dalla fidanzata del 32enne che avrebbe assistito alla discussione, poi culminata in tragedia. Sul posto sono intervenuti lo staff medico del 118, che non ha potuto far altro che dichiarare la morte della vittima, e le forze dell’ordine. A bloccare il presunto responsabile, un 30enne, è stato un poliziotto, residente in zona, che sentendo trambusto si è affacciato ed ha notato l’uomo nascosto tra delle siepi. Il 30enne è stato arrestato e accompagnato in ospedale per accertamenti.

Villafranca Padovana, 32enne ucciso con una coltellata al culmine di una lite

Polizia
Polizia (Yahoomagazine.com)

Omicidio all’alba di ieri mattina, sabato 27 aprile, a Villafranca Padovana, in provincia di Padova, dove un 32enne, Michael Boschetto, è stato assassinato con una coltellata nel cortile della sua abitazione.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come scrive la redazione de Il Gazzettino, Boschetto avrebbe discusso con un suo vicino di casa, un 30enne che, al culmine della lite, avrebbe impugnato un coltello e colpito la vittima al fianco. Tutto sotto gli occhi della fidanzata di Boschetto che ha chiamato i soccorsi.

Sul posto è arrivata l’equipe medica del 118 che ha provato a rianimare il giovane, ma non c’è stato nulla da fare: è stato possibile solo dichiararne la morte. Intervenuti anche i carabinieri e gli agenti della Squadra Mobile che hanno avviato le ricerche del responsabile, datosi alla fuga dopo l’accoltellamento. Il 30enne è stato bloccato da un poliziotto residente in zona, svegliato dai cani delle vicine che abbaiavano: l’ispettore, affacciatosi, ha visto l’uomo nascosto fra le siepi ed è sceso riuscendo a trattenerlo in collaborazione con i carabinieri.

Era stato visto in paese con un coltello

Il 30enne è stato arrestato e successivamente condotto in ospedale per tutti gli accertamenti del caso. Secondo quanto emerso al momento, sempre come scrive Il Gazzettino, già in passato la vittima e l’uomo avevano litigato. Il presunto responsabile, che di recente era uscito da una struttura per la cura delle tossicodipendenze, era stato visto in questi giorni camminare per il paese con un coltello, circostanza che era stata denunciata ai carabinieri da un barista.

Impostazioni privacy