Aosta, ragazza trovata morta in una cappella abbandonata: è giallo

Il cadavere di una ragazza di 29 anni è stato trovato nel pomeriggio di venerdì in una cappella abbandonata a Equilivaz di La Salle, in Valle d’Aosta: non si è esclude l’omicidio.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Giallo a Equilivaz di La Salle, in Valle d’Aosta, dove una ragazza di 29 anni è stata trovata morta nel primo pomeriggio di venerdì in una cappella diroccata. A trovare il corpo senza vita un gruppo di escursionisti che ha subito dato l’allarme.

Sul luogo del ritrovamento sono arrivati i carabinieri ed il personale della Scientifica che hanno condotto gli accertamenti per capire cosa fosse accaduto. Da quanto appurato, il cadavere presentava delle ferite d’arma da taglio: gli inquirenti non escludono che la giovane possa essere stata uccisa. Si cerca ora un ragazzo con cui la 29enne era stata vista qualche giorno prima da alcuni residenti.

Equilivaz di La Salle, 29enne trovata morta in una cappella abbandonata: indagini in corso

Carabinieri
Caserma dei carabinieri (Yahoomagazine.com)

Nel pomeriggio di venerdì 5 aprile, il cadavere di una ragazza è stato rinvenuto all’interno di una cappella diroccata in un bosco di Equilivaz di La Salle, in Valle d’Aosta. Si tratta di una 29enne di nazionalità francese.

L’allarme è scattato quando alcuni escursionisti, come riportano alcune fonti locali e la redazione de Il Messaggero, hanno notato la ragazza riversa al suolo, ma in un primo momento pensavano che stesse dormendo. Rendendosi conto che, invece, era priva di vita, hanno chiamato le forze dell’ordine.

Immediato l’arrivo dei sanitari del 118 e dei carabinieri. Ai medici non è rimasto altro che appurare la morte della 29enne, poi identificata dai militari dell’Arma che hanno avviato tutte le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Aosta, ed i rilievi sul posto. In tal senso, sono intervenuti anche gli uomini della Scientifica.

Secondo quanto ricostruito, il corpo presentava delle ferite d’arma da taglio superficiali, ma che potrebbero essere state letali per la giovane. Al momento, l’ipotesi più accreditata è quella del delitto, ma a stabilire le cause della morte e fornire maggiori dettagli sulla vicenda saranno i risultati dell’esame autoptico che è stato già disposto sulla salma, trasferita in obitorio.

Il racconto dei testimoni

La giovane, secondo quanto riferito da alcuni residenti in zona, nei giorni scorsi era stata vista in compagnia di un ragazzo, che ora e ricercato dei carabinieri, mentre qualcuno aveva notato un furgone bordeaux di cui è stata fornita la targa agli investigatori. Sembra che i due stessero girando l’Europa in camper e trascorrevano le notti in luoghi abbandonati e deserti come quello in cui è stato rinvenuto il cadavere della 29enne.

Impostazioni privacy