Bonucci, l’errore dal dischetto costa caro: Fenerbahçe fuori dalla Conference League

Disastro Bonucci, il difensore entra per tirare il rigore decisivo e sbaglia: Fenerbahçe fuori dalla Conference League.

Bonucci con la maglia del Fenerbahce
Bonucci con la maglia del Fenerbahce (Yahoomagazine.com)

La partita di ieri tra i turchi del Fenerbahçe e i greci dell’Olympiacos ha regalato grandi emozioni in campo e numerosi momenti di tensione. Alla fine, i rigori hanno deciso il destino delle due squadre, con il Fenerbahçe sconfitto ai rigori. Il rigore decisivo è stato calciato da Leonardo Bonucci, entrato in campo al minuto 122, solo per tirarlo.

L’errore dell’italiano ha lasciato tutti di sasso. Una serata da dimenticare, per Bonucci, il quale chiude la sua avventura nella competizione UEFA nel peggiore dei modi. L’ex capitano della Juventus sbaglia il tiro dal dischetto, facendo eliminare la sua squadra.

L’errore sul dischetto di rigore di Bonucci condanna il Fenerbahçe: turchi fuori dalla Conference League

I compagni di squadra sconvolti
I compagni di squadra sconvolti (Yahoomagazine.com)

Entrato alla fine dei tempi supplementari, al minuto 122 solo per i rigori, il difensore ha condannato i compagni. Cose che capitano, nello sport, i rigori si sbagliano, ma ora i turchi sono fuori dalla competizione. A festeggiare, ieri sera, sono stati i greci dell’Olympiacos, i quali nei prossimi giorni dovranno affrontare l’Aston Villa di Zaniolo, anche questa vittoriosa ai rigori contro il Lilla.

Non è bastata la galoppata incredibile del Fenerbahçe nella rimonta dei tre gol in un’ora contro l’Olympiacos, per superare il turno servivano due reti di vantaggio. In tanti, poi, hanno gridato al miracolo al gol di Batshuayi, annullato poco dopo per fuorigioco.

Il match si è protratto fino ai tempi supplementari, e poi oltre, arrivando così ai fatali rigori. Il portiere Tzolakis ha compiuto un’impresa magistrale, parando tre rigori su cinque, consentendo alla sua squadra di passare il turno. Il Club Brugge, invece, sarà il prossimo avversario della Fiorentina, dopo aver vinto 2 a 0 a Salonicco, trascinati dal sempre decisivo Jutgla.

Emozioni in campo per i quarti di Conference League

Per quanto riguarda il Lilla contro l’Aston Villa, rispetto al match di andata, terminato 2 a 1 per gli inglesi, si è vista un’altra preparazione. La squadra francese è partita subito aggressiva, pressando gli avversari sin dai primi minuti. La formazione di Fonseca ha dominato tutto il primo tempo. Nonostante la prestazione, l’Aston Villa non si è arresa, protraendo la partita fino ai supplementari.

La sfida, anche in questa partita, è stata decisa dagli 11 metri, grazie alla performance del portiere Emiliano Martinez, il quale ha parato il rigore decisivo, nonostante i fischi assordanti dei tifosi avversari sugli spalti. Clamoroso il suo gesto per zittirli, che gli è costato un cartellino giallo. Era già ammonito, ma non è stato espulso perché, secondo le regole, dopo i tempi supplementari tutte le ammonizioni vengono cancellate.

Impostazioni privacy