Devastante incendio in un appartamento: muore un disabile

Nella notte tra domenica e lunedì a Palermo, un disabile di 56 anni è morto dopo che l’appartamento in cui viveva con la madre è stato distrutto dalle fiamme.

Incendio Palermo
Palermo, l’esterno dell’appartamento in cui è divampato l’incendio (Yahoomagazine.com)

Un uomo di 56 anni ha perso la vita in seguito all’incendio scoppiato all’interno della sua abitazione. La tragedia si è consumata nella notte tra domenica e lunedì a Palermo, in un appartamento nei pressi della stazione centrale, in cui la vittima, rimasta disabile dopo un incidente, viveva con la madre 87enne.

La chiamata ai soccorsi è stata effettuata dai vicini di casa che hanno dato l’allarme. Sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco che sono riuscite a salvare l’anziana, mentre per il figlio non c’è stato nulla da fare: i soccorritori non hanno potuto far altro che appurarne la morte. Sono in corso le indagini per stabilire le cause del rogo e non si esclude che possa essere stato appiccato dall’uomo.

Palermo, incendio in casa: muore disabile di 56 anni, salva l’anziana madre

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

È Giuseppe Padiglione, 56enne disabile, la vittima dell’incendio divampato nella notte tra domenica 12 e lunedì 13 maggio in un appartamento di Palermo.

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, come scrive la redazione de Il Giornale di Sicilia Padiglione, rimasto disabile dopo un incidente, si trovava nella sua abitazione, sita in via Michele Cipolla, che condivideva con la madre 87enne quando sarebbero divampate le fiamme. I vicini vedendo il fumo hanno subito chiamato il numero unico per le emergenze.

Tempestivo l’arrivo sul posto dei vigili del fuoco e dello staff medico del 118. I pompieri hanno avviato le operazioni di spegnimento riuscendo a trarre in salvo l’anziana che si trovava in una camera vicino all’ingresso della casa. Per Giuseppe, invece, era ormai troppo tardi: i vigili del fuoco hanno trovato il corpo senza vita dell’uomo nella sua stanza.

Si sarebbe trattato di un gesto estremo

Intervenuti anche i carabinieri che, insieme ai tecnici dei vigili del fuoco, hanno provveduto agli accertamenti per chiarire le cause del rogo. Da quanto emerso, sembra che si sia trattato di un gesto estremo: il 56enne avrebbe appiccato le fiamme per togliersi la vita, gesto che aveva anche preannunciato al 112 poco prima di dar fuoco all’appartamento al sesto piano di un palazzo, completamente distrutto dal rogo.

Impostazioni privacy