Donna trovata morta in giardino in una pozza di sangue: disposta l’autopsia

Nella mattinata di sabato a Quercianella, frazione di Livorno, una donna di 69 anni è stata trovata morta nel giardino di un’abitazione. Disposta l’autopsia.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Una donna di 69 anni è stata trovata priva di vita nel giardino dell’abitazione in cui lavorava come badante per un’anziana. È accaduto nella tarda mattinata di sabato scorso a Quercianella, frazione del comune di Livorno.

A fare la scoperta sarebbe stato proprio il marito che ha trovato la 69enne, riversa al suolo in un lago di sangue. Immediata la chiamata ai soccorsi che si sono precipitati sul posto: purtroppo, all’arrivo dell’equipe medica, per la donna era ormai troppo tardi. Si ipotizza che la donna sia morta a causa di una caduta, ma a far chiarezza sarà l’esame autoptico, già disposto sulla salma.

Quercianella, donna trovata morta in un lago di sangue: a scoprire il corpo il marito

Ambulanza
Ambulanza (Yahoomagazine.com)

Si chiamava Tiziana Mannari, la donna di 69 anni che nella mattinata di sabato scorso, 25 maggio, è stata trovata morta in un’abitazione di Quercianella, frazione di Livorno.

La 69enne, come riporta la redazione de Il Tirreno, è stata rinvenuta riversa a terra, in una pozza di sangue, all’interno del giardino della casa in cui lavorava come badante per un’anziana di 92 anni. A trovarla è stato il marito che ha subito dato l’allarme chiamando i soccorsi.

Pochi minuti e sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 con a bordo l’equipe medica, a cui, purtroppo, non è rimasto altro che dichiarare la morte di Tiziana che presentava una profonda ferita alla testa. Inutile ogni tentativo di rianimazione.

Intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Livorno che hanno provveduto agli accertamenti e le verifiche sul posto per determinare cosa fosse accaduto.

L’ipotesi degli investigatori

Secondo una prima ricostruzione, la 69enne, per cause da chiarire, sarebbe scivolata battendo il capo contro un oggetto contundente, nel dettaglio la base di un gazebo che si trovava nel giardino. Si tratterebbe, dunque, di un tragico incidente, ma l’ipotesi è ancora da confermare.

A stabilire la dinamica della tragedia saranno i risultati dell’autopsia che è stata già stabilita sulla salma dall’autorità giudiziaria e che verrà eseguita nei prossimi giorni.

Impostazioni privacy