Ferita a colpi d’arma da fuoco sulla statale: grave una ragazza di 29 anni

Una ragazza di 29 anni, probabilmente una prostituta, è stata ferita gravemente a colpi d’arma da fuoco ieri sulla statale Adriatica tra Savio e Fosso Ghiaia (Ravenna).

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Paura ieri a Ravenna, dove una ragazza di 29 anni, probabilmente una prostituta, è stata gravemente ferita a colpi d’arma da fuoco mentre si trovava sul ciglio della strada statale Adriatica, nel tratto compreso tra Savio e Fosso Ghiaia.

È stata la stessa 29enne, nonostante le ferite, a chiedere aiuto fermando un’ambulanza di passaggio sulla statale. I sanitari l’hanno soccorsa e trasportata d’urgenza in ospedale, dove ora si trova ricoverata in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita. Sul caso già avviate le indagini dei carabinieri che ora stanno cercando il responsabile.

Ravenna, spari lungo la statale: grave una prostituta di 29 anni

Ambulanza
Ambulanza (Yahoomagazine.com)

Una ragazza è stata ferita a colpi d’arma da fuoco lungo la statale Adriatica tra Savio e Fosso Ghiaia (Ravenna) nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 19 maggio. Si tratta di una 29enne di origini bulgare, probabilmente una prostituta.

La giovane, come ricostruiscono i colleghi de Il Resto del Carlino, si trovava a bordo della carreggiata quando sarebbe stata avvicinata da qualcuno che ha sparato alcuni colpi d’arma da fuoco. Due avrebbero centrato agli arti la 29enne che, nonostante le ferite, è riuscita a fermare un equipaggio del 118 di passaggio.

L’equipe medica, dopo le prime cure sul posto, ha trasportato la giovane presso l’ospedale Bufalini di Cesena, dove ora si trova ricoverata in gravi condizioni, ma non sarebbe in pericolo di vita: i proiettili non avrebbero centrato organi vitali. La prognosi è riservata.

Si indaga per tentato omicidio

Sul luogo della sparatoria sono arrivati i carabinieri che stanno ora indagando per determinare la dinamica dei fatti e rintracciare chi ha aperto il fuoco contro la ragazza. Da chiarire anche il movente della sparatoria. Gli investigatori indagano per tentato omicidio.

Da quanto emerso, la zona della sparatoria, nei pressi della cava Manzona di Savio è la stessa in cui nove anni fa un metronotte di 42 anni venne assassinato con un colpo d’arma da fuoco, un omicidio ancora irrisolto.

Impostazioni privacy