Gemini, la novità di Google che è attesa in tutto il mondo

Gemini si rinnova: Google pronto a nuove sfide con i modelli di intelligenza artificiale. Quali sono le novità immesse sul mercato

Gemini novità Google cosa sapere
Google e gli aggiornamenti di Gemini (YahooMagazine.com)

Stare sempre al passo con i tempi è un’esigenza che gli utenti come le aziende erogatrici di servizi sentono. Ormai l’innovazione viaggia alla velocità della luce e non si può rimanere indietro, soprattutto sul fronte della tecnologica. È in questo processo che Google certamente si pone come uno degli attori principali e ora è pronto a proporre a tutti i suoi utenti delle novità esclusive. Si tratta degli aggiornamenti di Gemini, un mix proposte che si riferiscono ad uno degli applicativi maggiormente ricercati, oggi, nel mondo del digitale. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Gemini e la sua evoluzione: quali sono le novità

Google novità AI Gemini
Uno degli incontri organizzati da Google (YahooMagazine.com)

Parlare oggi di intelligenza artificiale non è più un sogno ad occhi aperti ma pura realtà. Nel panorama della ricerca e sviluppo in questo settore, Google si pone all’avanguardia con nuove proposte nella famiglia dei modelli di AI. Si tratta delle nuove versioni di Gemini che vanno ad integrare e aggiornare le precedenti proposte: Ultra, Pro e Nano.

Gemini garantisce una pluralità di applicazioni ed una natura multimodale. Oltre il primo lancio con tre versioni, oggi il colosso del web si è focalizzato su un applicativo ancora più sofisticato ed in grado di garantire prestazioni più elevate. Merito di Gemini 1.5 Flash, veloce e con una distribuzione su larga scala, in grado di elaborare grandi volumi di informazioni. È perfetto per le sintesi: sistema ideale per la creazione di chat, didascalie di foto e video e analisi di documenti complessi.

Affianco a questa versione, Google ha introdotto anche Gemma 2 e Project Astra: la prima consente di ampliare ulteriormente il terreno di applicazione dell’intelligenza artificiale, il secondo punta, invece, a garantire una nuova interazione tra gli strumenti tecnologici e gli utenti proponendo un livello più alto di comprensione e apprendimento rispetto all’ambiente circostante.

Prestazioni ed efficienza

Google con questo nuovo aggiornamento si è superato. Ha aggiunto, infatti, un processo di distillazione che permette di trasferire quelle che sono le competenze essenziali da un modello più complesso ad uno più piccolo e semplice ma senza perdere efficienza e capacità. Una modalità che mantiene così alte le prestazioni e dona maggiore accessibilità da parte degli utenti all’uso dei modelli di AI. L’avanzamento è significativo e grazie a queste novità Gemini si attesa sicuramente come uno dei modelli più versatili ma anche promettenti nel campo dell’intelligenza artificiale.

Impostazioni privacy