Ho messo uno spicchio d’aglio nell’orchidea: il risultato è completamente diverso

Tanto belle, quanto delicate; sono le orchidee piante che tutti abbiamo avuto almeno una volta in casa, ma che sono anche difficili da curare. Ma tutto diventa più facile con questo trucco.

come curare al meglio le orchidee
Come curare al meglio le orchidee con il trucco dell’aglio (Yahoomagazine.it)

Piante di origine tropicale e sub-tropicale, le orchidee possono essere definite cosmopolite; crescono e si adattano a tutti i tipi di ambiente -fatta eccezione per i ghiacciai e il deserto.

Il fiore di questa pianta è così bello e affascinante che la rende da sempre una delle piante preferite da tenere in appartamento. Il punto però è che le orchidee sono tanto belle quante delicate e la loro cura è abbastanza complicata che basta davvero un niente per rovinarne le radici e far morire la pianta.

Oggi sappiamo, per esempio, che le orchidee amano la luce del sole quindi è bene tenerle in ambienti soleggiati, ma è anche vero che non può ricevere i raggi solari in maniera diretta perché rischia di bruciare -meglio quindi un davanzale con esposizione a nord e delle tende che filtrino i raggi. Così come sappiamo che al momento dell’innaffiatura è preferibile immergere l’intera pianta in un secchio d’acqua e lasciarla in poso per circa 10 minuti. Sappiamo, infine, hanno bisogno di molta umidità; in natura del resto crescono in zone dove piove anche più volte al giorno, anche per questo il terriccio consigliato non è quello classico ma è un compost fatto anche di biglie di argilla, preferibilmente da vaporizzare ogni giorno, così come le foglie, per mantenere inalterato lo stato di umidità di cui hanno bisogno.

Nonostante tutte queste accortezza però, spesso le orchidee finiscono per morire o comunque per perdere foglie e fiori. Che fare allora? Il trucco dell’aglio potrebbe risolvere tutto e rendere la pianta di orchidee nuovamente rigogliosa.

Il trucco dell’aglio per rendere rigogliosa la tua orchidea

usare l'aglio per far crescere le orchidee
Usare il trucco dell’aglio per far crescere le orchidee (Yahoomagazine.it)

Un semplice quanto banale spiccio d’aglio può rivelarsi l’alleato migliore per la cura delle orchidee, in grado di far fiorire e splendere al meglio la pianta.

Come fare? Molto semplice: basta aggiungere lo spicchio al terriccio dell’orchidea. La vera domanda a questo sarebbe: ma come può uno spicchio essere così d’aiuto? Tutto dipende dalle proprietà di questo bulbo, fin dall’antichità utilizzato anche come rimedio medico. Tra le proprietà più importanti possedute dall’aglio c’è quella di essere un antimicotico; in questo modo la sua presenza nel terriccio delle orchidee aiuterà le radici della pianta ad essere sempre in salute.

Permetterà in maniera naturale l’eliminazione di eventuali funghi e batteri che si possono creare con l’umidità. Così come sarà in grado di aiutare nell’eliminazione di radici e foglie morte.

Come utilizzare l’aglio con le orchidee

Il modo migliore per inserire l’aglio “nell’alimentazione” delle orchidee è di tritare finemente il bulbo e porlo in un bicchiere aggiungendo dell’acqua calda fino all’orlo. A questo punto bisognerà mescolare e fare il modo che l’aglio si sciolga del tutto, quindi versare il contenuto in uno spruzzino.

Solo a questo punto, quando l’acqua avrà raggiunto la temperatura ideale, si potrà vaporizzare questo fertilizzate naturale sia sulle radici che sulle foglie della pianta. L’operazione va ripetuta ogni 10-14 giorni, eccedere infatti porterebbe ad un risultato opposto. Se seguita questa pratica, permetterà alla vostra orchidea di crescere forte e rigogliosa.

Impostazioni privacy