Lautaro Martinez, scudetto e capocannoniere: chi è riuscito nell’impresa negli ultimi anni

La conquista dello scudetto con l’Inter – il secondo da quando lui gioca con i nerazzurri – stavolta è più speciale per Lautaro Martinez. In pochi hanno fatto la stessa cosa.

Lautaro Martinez vince lo scudetto da capocannoniere, in pochi ci sono riusciti
Lautaro Martinez (Yahoomagazine.com)

Lautaro Martinez ha vissuto una stagione da incorniciare, con già due trofei conquistati nel giro di quattro mesi. Oltre allo scudetto arrivato qualche settimana fa e che è valso all’Inter la conquista della seconda stella da apporre sulle proprie maglie, la compagine nerazzurra ha conquistato anche la Supercoppa Italiana nella seconda parte di gennaio scorso.

Ed i gol di Lautaro Martinez sono stati decisivi per il raggiungimento di entrambi gli obiettivi. Il centravanti argentino aveva risolto la sfida in Arabia Saudita al 91′ con la zampata dell’1-0 definitivo. Dopo di allora però il 26enne di Bahía Blanca era andato incontro ad un periodo di crisi.

Finalmente Lautaro Martinez è tornato al gol, interrompendo un digiuno di più di due mesi. E con il suo punto più basso rappresentato dal calcio di rigore sbagliato il 13 marzo scorso in casa dell’Atletico Madrid nel corso del ritorno degli ottavi di finale.

La gara era finita alla lotteria dei tiri dal dischetto e lo sbaglio di Lautaro Martinez dagli undici metri era costato l’eliminazione ai suoi. Ma con il 4-0 momentaneo siglato in casa del Frosinone venerdì 10 maggio (l’incontro è poi finito 5-0 per i neocampioni d’Italia, n.d.r.) finalmente el Toro è riuscito a mettere fine a questo digiuno.

Lautaro Martinez, scudetto con record

Lautaro Martinez vince lo scudetto da capocannoniere, in pochi ci sono riusciti
Lautaro Martinez festeggia con l’Inter (Yahoomagazine.com)

Il sudamericano, a differenza dei suoi compagni di squadra, può fregiarsi anche del fatto di essere diventato campione d’Italia vestendo pure i panni del capocannoniere della Serie A. La cosa verrebbe data per scontata: la squadra più forte, nell’immaginario di tutti, dovrebbe disporre anche dell’attaccante più prolifico.

Ed invece non sempre è così. Dal 1991/92 in poi anzi questa accoppiata scudetto-capocannoniere è riuscita solamente cinque volte. In principio fu Marco van Basten a festeggiare il tricolore da capocannoniere, poi c’è abbiamo dovuto aspettare dieci anni per vedere la stessa cosa.

Nel 2001/2002 ci riuscì David Trezeguet con la Juventus, nel 2003/2004 toccò ad un altro milanista, Andriy Shevchenko, e nel 2008/2009 fu un altro interista a centrare questa impresa. Ovvero Zlatan Ibrahimovic.

Nella stagione 2022/2023, quella del Napoli campione per la terza volta e che aveva messo le mani sullo scudetto praticamente già a febbraio, anche Victor Osimhen si era guadagnato la classifica dei marcatori con una certa autorevolezza.

Ma Lautaro e l’Inter devono anche parlare del rinnovo di contratto, che attualmente scadrebbe il 30 giugno del 2026. Ed è necessario trovare un accordo il prima possibile. La festa scudetto dell’Inter ha visto anche un momento molto controverso a causa di uno striscione dal contenuto discutibile.

Impostazioni privacy