Marghera, dramma nel parcheggio del supermercato: camionista trovato morto in un tir

Ieri mattina a Marghera (Venezia), un camionista è stato trovato morto a all’interno del suo tir, in sosta nel parcheggio di un supermercato. Sul posto i soccorsi e i carabinieri.

Ambulanza e carabinieri
Ambulanza e carabinieri (Yahoomagazine.com)

Un camionista di 62 anni, di cui non si avevano più notizie da alcuni giorni, è stato trovato privo di vita all’interno del suo tir. La drammatica scoperta nella mattinata di ieri all’interno del parcheggio di un supermercato di Marghera (Venezia).

L’allarme sarebbe scattato quando alcuni operatori del supermercato hanno provato a bussare, ma non ricevendo risposte, hanno contattato il numero unico per le emergenze. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i sanitari del 118 ed i carabinieri: una volta forzata la portiera del mezzo pesante, non è stato possibile far altro che appurare la morte del camionista. Si ipotizza che a stroncarlo possa essere stato un malore improvviso.

Marghera, camionista trovato morto nel suo tir: era scomparso da alcuni giorni

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

Ieri mattina, domenica 21 aprile, un uomo è stato trovato morto nel parcheggio del supermercato Panorama di Marghera (Venezia). Si tratta di un camionista di 62 anni, di nazionalità ellenica, di cui qualche giorno fa era stata denunciata la scomparsa dai colleghi che non avevano più sue notizie.

A chiamare le forze dell’ordine sarebbero stati alcuni operatori della logistica del punto vendita che hanno prima bussato, ma non ricevendo alcuna risposta, hanno deciso di lanciare l’allarme. Ricevuta la segnalazione, scrivono i colleghi di Venezia Today, sul posto sono arrivati lo staff medico del Suem 118, una squadra dei vigili del fuoco e le pattuglie dei carabinieri.

Una volta forzate la portiera del tir, la tragica scoperta: il corpo del camionista riverso nella cabina. Ai sanitari, purtroppo, non è rimasto altro che dichiararne la morte. A nulla sono serviti i tentativi di rianimazione.

Ipotesi malore

Secondo quanto riscontrato, l’ipotesi più accreditata è quella di una morte per cause naturali: il camionista sarebbe stato colto da un malore che non gli avrebbe lasciato alcuno scampo. Sul corpo non sarebbero stati rinvenuti segni di violenza e nessun elemento raccolto dai carabinieri farebbe ipotizzare il coinvolgimento di terzi. Nelle prossime ore, l’autorità giudiziaria deciderà se stabilire ulteriori esami sulla salma.

Impostazioni privacy