Massimo Ceccherini, buon compleanno all’attore: la sua seconda vita vi stupirà

Massimo Ceccherini compie 59 anni, cosa fa oggi? La seconda vita dell’amatissimo attore toscano stupisce, tutto quello che c’è da sapere.

Massimo Ceccherini
Massimo Ceccherini, buon compleanno all’attore (Yahoomagazine.com)

Il noto attore, regista, sceneggiatore e comico spegne 59 candeline, è nato il 23 maggio 1965 e nel corso della sua lunga carriera ha conquistato un successo notevole. Nei mesi scorsi è stata molto chiacchierata la sua candidatura agli Oscar con il film ‘Io Capitano’ di Matteo Garrone, anche lui ha lavorato alla sceneggiatura ed era candidato come miglior film straniero, è stato però battuto dal favorito ‘The zone of interest’ di Jonathan Glazer.

In passato Massimo Ceccherini aveva già lavorato con il regista Matteo Garrone come interprete e scrittore nel film ‘Pinocchio’ nel 2019, anche in quella occasione ci fu un’altra nomination agli Oscar. Qualche mese fa lo abbiamo visto al cinema nel film di Leonardo Pieraccioni ‘Pare parecchio Parigi, tantissimi sono in film in cui ha recitato e con il suo incredibile talento ha sempre fatto breccia nel cuore di moltissime persone. Ha conquistato non poco successo anche nei panni di sceneggiatore e regista, diversi anni fa è approdato anche sul famoso palco dell’Ariston nelle vesti di conduttore del Festival di Sanremo.

Dal successo al tunnel delle dipendenze, come spese tutto dopo ‘Il Ciclone’

Massimo Ceccherini da giovane
Massimo Ceccherini, la sua seconda vita (Yahoomagazine.com)

Era molto giovane quando è riuscito a farsi spazio nel mondo della recitazione e dello spettacolo e dopo l’incredibile successo conquistato grazie al film ‘Il Ciclone’ di Leonardo Pieraccioni si trasferì a Roma, quello però fu per lui l’inizio del suo incubo. In una passata ospitata televisiva ha chiaramente ammesso che il successo gli aveva dato alla testa, spendeva molti più soldi di quelli che aveva e svolgeva una vita fatta quasi esclusivamente di vizi.

Ogni giorno faceva sempre le stesse cose, prima aperitivo dove beveva moltissimo e spendeva molti soldi, offriva cene e bevande a tutti, circondato dalle donnine si sentiva nel paese dei balocchi. Era debole, sensibile e fragile e non riusciva ad uscire da quelle cattive abitudini, da quel mondo che si era creato. Andava avanti a polverine e bevande, col tempo in molti locali non lo facevano più entrare perché si presentava ubriaco e dava fastidio a tutti, nemmeno i taxi lo caricavano più.

La seconda vita di Massimo Ceccherini, la rinascita dopo il periodo buio

Massimo Ceccherini ha poi rivelato di aver speso quasi tutti i soldi guadagnati con il film ‘Il Ciclone’ tra alcool droghe e prostitute, andava in giro con il libretto degli assegni e spendeva anche più di quello che realmente aveva. Spesso mentre era ubriaco si è reso protagonista anche di violente risse, poi si portava le donnine a casa, il suo letto era sempre pieno di polvere e bottiglie vuote.

Col tempo però è riuscito a cambiare totalmente vita, deve la sua rinascita soprattutto alla moglie e al suo fedele amico a quattro zampe, un dolcissimo cagnolino che a detta sua lo aiuta incredibilmente a non sprofondare di nuovo nel tunnel delle dipendenze perché prova per lui un amore immenso. Sono passati nove anni da quando è riuscito a smettere di bere, di recente con ironia l’amico Pieraccioni lo ha definito un ‘prete laico’ che beve solo acqua. Ceccherini più volte ha ribadito che dalla ‘bestia’ non si guarisce mai, però riesce a tenerla legata.

Impostazioni privacy