Milan, la Curva Sud annuncia lo sciopero: i motivi

La Curva Sud, cuore del tifo del Milan, annuncia un atto di forza davvero molto importante: è stato annunciato lo sciopero, ecco il motivo.

Curva Sud del Milan
In casa Milan il momento è delicato ed ora arriva l’annuncio di sciopero da parte della Curva Sud (Yahoomagazine.com)

E’ stata una stagione difficile da commentare per il Milan. Ha giocato decisamente bene per ampi tratti dell’annata, ma il bilancio finale è a dir poco negativo. Per ampi tratti, infatti, complici i tanti infortuni e dei cali di condizione per certi aspetti fisiologici, il rendimento è stato deludente e giudicato “mediocre”, nei giorni scorsi, dalla tifoseria. In questa esplosione di rabbia da parte dei gruppi organizzati giocano un ruolo centrale la cocente eliminazione per mano della Roma in Europa League e la seconda stella cucita dall’Inter sulla propria maglia.

I rossoneri, in questa stagione, di fatto non sono mai stati in lotta per il titolo, con l’Inter che ha iniziato una fuga solitaria sin dalle prime battute. Un affronto troppo grande per la tifoseria, che si aspettava sicuramente di più. Così come si aspetta tanto da questa estate in cui si dovrà investire, finalmente, per un grande bomber dal quale far partire il progetto e per un allenatore vincente. Da questo punto di vista la linea della tifoseria è della totale intransigenza. E per rendere chiaro questo concetto, con un motivo certamente singolare, la Curva Sud ha annunciato un clamoroso sciopero.

Milan, annuncio della Curva Sud: deciso lo sciopero

Rafa Leao
Milan, la protesta della Curva Sud contro la dirigenza: ecco che cosa c’è dietro (Yahoomagazine.com)

La stagione del Milan ha ormai ben poco da raccontare. E’ stata portata a casa la qualificazione in Champions League, necessaria per rendere sostenibile il progetto, così come la campagna europea è stata deludente. Pesa tantissimo nel giudizio l’eliminazione per mano della Roma in Europa League. La Curva Sud, per questo motivo, attraverso un comunicato pubblicato sui suoi canali social, ha annunciato che ci sarà lo sciopero del tifo in occasione delle partite contro Genoa, Cagliari e Salernitana.

In che cosa consisterà? Non saranno esposti striscioni o bandiere per tutta la durata delle gare in questione e non si esulterà neanche ai gol messi a segno. Il motivo è semplice. In questo modo, creando un clima oltremodo di tensione, si vuole spingere la società a percorrere la via di investimenti importanti in vista dell’estate per rilanciare le ambizioni di un club iconico come il Milan. La situazione si è fatta ancora più tesa per i nomi non esaltanti accostati alla panchina del Milan.

Milan, sciopero del tifo: la posizione dei tifosi

La posizione dei tifosi, dunque, è molto chiara. Si dà spazio ai giovani, in tal senso, ma si chiede alla proprietà di mettere a segno dei colpi mirati, soprattutto relativi ai ruoli lasciati scoperti nella stagione attualmente in corso. Serve puntare soprattutto su un bomber, visto che Giroud saluterà e di certo non bastano Jovic ed Okafor.

Impostazioni privacy