Serie A, l’allenatore annuncia l’addio: “Vado via”

L’allenatore di Serie A ha deciso di rompere il silenzio ed ha annunciato l’addio a fine stagione dalla sua attuale squadra nonostante gli ottimi risultati raggiunti.

Juric e Gasperini
Serie A, l’allenatore annuncia il suo addio a fine stagione: altra rivoluzione in panchina (Yahoomagazine.com)

Gli allenatori in Serie A sono esposti ad una pressione, mediatica e non solo, davvero fuori dal comune. Difficile anche solo da immaginare per chi non conosce le dinamiche di questo campionato. Nel momento in cui i risultati sono eccellenti, i meriti vanno divisi in parti uguali tra tecnico, squadra e società. Quando, invece, la barca inizia ad affondare o suonano dei campanelli d’allarme, molto spesso l’allenatore diventa una sorta di uomo solo al comando. Ed è sempre la soluzione più immediata e facile quella di esonerare la guida tecnica piuttosto che cambiare tutta la squadra.

Alcuni ambienti, poi, sono più difficili di altri da gestire. O perché si viene da anni duri o perché semplicemente si tende ad alzare troppo l’asticella. Anche mettendola più in alto di quelle che sono poi le reali potenzialità di una squadra. Saranno tanti gli allenatori che quest’estate andranno via ed in tal senso adesso un altro è pronto ad aggiungersi all’elenco. Ha annunciato, infatti, il suo divorzio dal suo attuale club a fine stagione ed ora si attendono sviluppi significativi. Sia per la sua prossima panchina che per il suo erede in questa squadra.

Serie A, annuncio del tecnico: “Vado via”

Juric in panchina
Serie A, Juric annuncia il suo addio: le ultime a riguardo (Yahoomagazine.com)

In casa Torino, a sorpresa se si pensa alla situazione di qualche mese fa, si è arrivati all’ultima giornata di campionato con ancora viva la speranza di portare a casa la qualificazione alla prossima edizione della Conference League. Una coppa europea manca da troppo tempo in casa granata ed Ivan Juric sta provando a far di tutto per rendere questo sogno realtà. Gli ultimi risultati sono stati a dir poco incoraggianti e positivi e per questo si stava facendo spazio la speranza di una permanenza in panchina.

In realtà, ieri, al termine della gara contro il Milan, l’ex Genoa ha ribadito una volta di più che anche in caso di Europa lui andrà via. Il problema è rappresentato dalla poca unione tra le parti che ha reso questa situazione insostenibile per Juric. Che dunque a fine anno saluterà. Con la lotta salvezza sempre più avvincente, anche quella per l’Europa regala spettacolo. Andiamo a vedere cosa serve al Torino per partecipare alla prossima Conference League.

Torino, cosa serve per la Conference League

L’ottavo posto, ultimo che garantisce l’accesso alla Conference League, è difficile da centrare. Più plausibile sperare che la Fiorentina possa chiudere in quella posizione e vincere la Conference (dovrà vedersela in finale contro l’Olympiakos). In questo modo anche il nono posto occupato dal Torino diventerebbe un porto per l’Europa. Chiaramente il requisito di base è che i granata difendano la loro posizione. Non sarà facile, vista la trasferta contro l’Atalanta all’ultima ed il Napoli, impegnato contro il Lecce, distante solo un punto.

Impostazioni privacy