Svizzera, travolto da un’auto mentre gioca nel vialetto di casa: muore bimbo di 6 anni

Un bambino di 6 anni è stato investito e ucciso da una vettura mentre giocava nel vialetto di casa: il dramma ieri pomeriggio a Unterägeri, in Svizzera.

Ambulanza
Ambulanza (Yahoomagazine.com)

Tragedia a Unterägeri, in Svizzera, dove nel pomeriggio di ieri un bambino di soli 6 anni è morto dopo essere stato travolto da una vettura. Non si conoscono i dettagli dell’accaduto, ma sembra che il bimbo stesse giocando nel vialetto di casa, quando sarebbe stato centrato dal veicolo.

Presso l’abitazione sono arrivati i sanitari che hanno provato in tutti i modi a rianimare il bambino, ma ogni sforzo non ha dato l’esito sperato: alla fine è stato possibile solo dichiararne la morte, sopraggiunta per le gravi lesioni riportate. La polizia di Zugo ha già avviato le indagini per stabilire la dinamica del drammatico episodio.

Unterägeri, bambino di sei anni travolto da un’auto: inutili i tentativi di soccorso

Polizia
Polizia (Yahoomagazine.com)

Un bambino di soli 6 anni è stato travolto e ucciso da una vettura. Questa la tragedia avvenuta ieri pomeriggio, giovedì 4 aprile, a Unterägeri, piccolo comune della Svizzera.

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio delle forze dell’ordine, ma stando alle prime ricostruzioni, come spiegato dalla Polizia svizzera in un comunicato, il piccolo stava giocando nel vialetto della sua abitazione, mentre i genitori erano in casa, quando un’auto lo ha travolto.

Immediato l’arrivo sul posto dell’equipe medica, a cui non è rimasto altro che constatare la morte del bimbo. A nulla sono serviti tutti i tentativi di rianimazione dei sanitari. Fatali le lesioni riportate nell’impatto.

I familiari, sotto choc per quanto accaduto, sono stati assisiti dallo Zug Care Team e dal gruppo specializzato della polizia svizzera “Peer”, precipitatisi sul posto.

Indagini in corso

Intervenuti anche gli agenti della Polizia di Zugo che hanno subito avviato gli accertamenti sul luogo della tragedia per chiarire la dinamica dei fatti. Per i rilievi, le forze dell’ordine hanno anche utilizzato dei droni. Per permettere tutti gli accertamenti, è stata disposta anche la chiusura di una corsia della Zurgerstrasse.

Ora gli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica di Zugo, ascolteranno i familiari della vittima. Le cause della morte saranno stabilite dagli esami medico legali che sono stati disposti dalle autorità svizzere.

Impostazioni privacy