Terrore nel pomeriggio: 34enne accoltella la moglie e figli poi si barrica in casa

Un uomo di 34 anni ha accoltellato la moglie e i figli, di 6 e 3 anni, poi si è barricato in casa: il dramma oggi pomeriggio a Cianciana, in provincia di Agrigento.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Paura a Cianciana, piccolo centro della provincia di Agrigento, dove nel primo pomeriggio di oggi un uomo di 34 anni ha aggredito e accoltellato la moglie e i due figli, successivamente si è barricato all’interno della sua abitazione.

I figli, di 6 e 3 anni, e la donna sono stati trasportati in ospedale, dove ora si trovano ricoverati. In gravi condizioni il fratellino maggiore che sarebbe stato raggiunto da alcune coltellate all’addome. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri ed un mediatore per aprire una trattativa e convincere il 34enne a non compiere gesti folli.

Cianciana, 34enne accoltella la moglie e figli poi si barrica in casa: grave un bimbo di 6 anni

Eliambulanza
Eliambulanza (Yahoomagazine.com)

Ha accoltellato la moglie e i due figli, poi si barricato in casa. Questo quanto accaduto nel pomeriggio di oggi, giovedì 23 maggio, a Cianciana, in provincia di Agrigento.

Secondo le primissime informazioni sull’accaduto, apprese da alcune fonti locali fra cui Agrigento Notizie, un uomo di 34 anni, al culmine di una lite accesa, scoppiata nell’appartamento in cui la famiglia vive, avrebbe aggredito la moglie accoltellandola, poi si è scagliato contro i due figli, un bimbo di 6 anni e la sorellina di 3. La donna è riuscita a fuggire insieme al figlio più grande, mente la piccola è stata fatta uscire dal 34enne.

Sul posto, in via Puccini, sono intervenuti i mezzi del 118, fra cui l’elisoccorso, i vigili del fuoco e le pattuglie dei carabinieri. I sanitari hanno trasportato i feriti in ospedale: in gravi condizioni il figlio più grande, colpito con alcuni fendenti all’addome e trasferito in elisoccorso a Palermo, dove ora si trova ricoverato. Nessuno dei tre sarebbe in pericolo di vita.

Intervenuto anche un mediatore

I carabinieri, insieme ad un mediatore, stanno cercando di aprire una trattativa con il 34enne, il quale si sarebbe rifiutato di lasciare l’appartamento, per evitare che possa compiere gesti folli. È stato fatto arrivare anche un carro attrezzato con il telo da salto nel caso in cui l’uomo possa tentare di togliersi la vita lanciandosi nel vuoto.

Stando a quanto emerso al momento, sembra che alla base della lite scoppiata fra i due coniugi ci sarebbe la volontà della donna di separarsi dal marito, tesi ancora da confermare.

Impostazioni privacy