Trovato il cadavere di una donna in un macero: indagano i carabinieri

Il corpo senza vita di una donna è stato trovato questa mattina all’interno di un macero pieno d’acqua nelle campagne di Castello d’Argile, in provincia di Bologna. Indagano i carabinieri.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Terribile scoperta nella mattinata di oggi a Castello d’Argile, piccolo comune della provincia di Bologna. Il cadavere di una donna è stato rinvenuto all’interno di un macero pieno d’acqua, in un’area di campagna del paese.

A trovarlo è stato il proprietario del bacino artificiale che, nell’immediato, ha contattato le forze dell’ordine per segnalare l’accaduto. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco ed il personale medico del 118 ed i carabinieri. I soccorsi hanno estratto il corpo dall’acqua e constatato la morte della donna, su cui ora stanno indagando i militari dell’Arma per chiarire le cause della morte ed identificare la vittima.

Castello d’Argile, cadavere di una donna in un macero: a chiamare il 112 il proprietario

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

Una donna è stata trovata priva di vita all’interno di un macero pieno d’acqua. È accaduto questa mattina, domenica 19 maggio, nelle campagne di Castello d’Argile, in provincia di Bologna.

A fare la drammatica scoperta è stato il proprietario del bacino che, notato il cadavere in acqua, come riportano varie testate locali e la redazione di Rai News, ha subito chiamato il numero unico per le emergenze segnalando l’accaduto e chiedendo l’intervento dei soccorsi e delle forze dell’ordine.

Prontamente sul posto sono intervenuti le squadre dei vigili del fuoco, l’equipe medica del 118 e le pattuglie dei carabinieri. I pompieri hanno estratto il corpo dall’acqua affidandolo ai sanitari che hanno potuto solo dichiararne la morte.

I militari dell’Arma, invece, hanno avviato le indagini in modo da risalire all’identità della donna, non ancora identificata, e determinare con precisione le cause del decesso.

Le ipotesi al vaglio degli inquirenti

Dai primi riscontri, sembra trattarsi di un’anziana di almeno 70 anni. Gli investigatori non escludono che possa essersi trattato di una caduta accidentale nel macero, in cui poi sarebbe annegata, o di un gesto volontario. A stabilirlo con precisione saranno le indagini ed i successivi accertamenti. Non è escluso che l’autorità giudiziaria possa disporre l’esame autoptico sulla salma.

Impostazioni privacy