Trovato morto in un canale: la ricostruzione dei carabinieri

Un uomo di 47 anni è stato morto ieri pomeriggio in un canale di Portoverrara di Portomaggiore, in provincia di Ferrara.

Carabinieri
Carabinieri (Yahoomagazine.com)

Ieri pomeriggio a Portoverrara di Portomaggiore, in provincia di Ferrara, un uomo di 47 anni è stato trovato senza vita. Il corpo è stato rinvenuto all’interno di un canale, a bordo della pista ciclabile, da un operaio che si stava occupando del taglio dell’erba.

Immediata la chiamata al numero unico per le emergenze. Immediato l’arrivo dei vigili del fuoco e del personale medico del 118: i soccorritori hanno recuperato il corpo ed è stato possibile solo dichiararne la morte. Secondo quanto ricostruito, sembra che il 47enne si trovava in bici, quando è finito nel canale, forse a causa di un malore. Esclusa sin da subito l’ipotesi di una morte violenta.

Portoverrara, 47enne trovato morto in un canale: a lanciare l’allarme un operaio

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

Dramma nel pomeriggio di ieri, martedì 30 aprile, a Portoverrara, frazione di Portomaggiore, comune della provincia di Ferrara, dove il cadavere di un uomo è stato trovato in un canale. Si tratta di un 47enne di origini pakistane, da tempo residente in Italia.

L’allarme, come scrivono i colleghi de La Nuova Ferrara, è scattato quando un operaio, intento a tagliare l’erba nei pressi del canale che costeggia la pista ciclabile della frazione, ha notato il corpo in acqua ed ha subito avvertito il 112.

Ricevuta la segnalazione, sul posto sono stati inviati una squadra dei vigili del fuoco e l’equipaggio del 118. I pompieri hanno recuperato il 47enne di cui, però, non è stato possibile far altro che dichiararne il decesso.

I carabinieri di Portomaggiore hanno avviato le indagini per capire cosa fosse accaduto. Secondo gli investigatori, l’uomo, nel pomeriggio di lunedì, stava percorrendo la pista ciclabile in sella alla sua bicicletta quando è finito improvvisamente in acqua. Probabilmente potrebbe essere stato colto da un malore. Non è ancora chiaro, però, se il 47enne sia deceduto per il malore o per annegamento. A chiarirlo sarà l’esame autoptico. È stata esclusa l’ipotesi di un eventuale coinvolgimento di terzi: sul corpo non sono stati rinvenuti evidenti segni di violenza.

Lascia la moglie e tre figli

La vittima era arrivata da qualche tempo in Italia per trovare un lavoro. Lascia la moglie e tre figli che vivono in Pakistan. Nel nostro Paese, sempre come scrive la redazione de La Nuova Ferrara, aveva dei cugini.

Impostazioni privacy