Biglietti dei mezzi, addio alla versione cartacea: dal 7 maggio tutto digitale, come funziona

Biglietti dei mezzi pubblici solo in versione digitale. Quelli “usa e getta” non saranno più disponibili. In quale città avviene tutto questo

Biglietti mezzi addio ticket cartaceo
Ticket elettronico per i mezzi pubblici (Yahoomagazine.com)

Con l’avanzamento della tecnologia molte abitudini quotidiane stanno cambiando. L’uso degli smartphone ha reso più immediate e digitali tante funzioni: basta pensare alle fidelity card memorizzate sul proprio dispositivo alleggerendo i portafogli, documenti che non è più necessario stampare perché conservati negli archivi digitali fino ai biglietti per salire sui mezzi pubblici.

È vero che le versioni digitali dei ticket sono in vigore da diverso tempo in molte città ma una in particolare ha deciso di dire completamente addio alla versione cartacea. Vediamo di quale città parliamo e cosa sapere in merito.

Biglietti dei mezzi: quali sono le novità per Milano

Ticket elettronico ricaricabile mezzi Milano
Ticket elettronico e ricaricabile per i mezzi pubblici (Yahoomagazine.com)

Salutiamo il buon vecchio biglietto cartaceo “usa e getta” e prepariamoci ad utilizzare la versione ricaricabile. È quello che accadrà da martedì 7 maggio in una delle principali città italiane. Per accedere a bus, tram, filobus e metro bisognerà utilizzare la tessera ricaricabile, il nuovo ticket, pratico e veloce, che in base alle esigenze può essere ricaricato appunto fino a 30 viaggi.

È quello che accadrà a Milano per spostarsi con i mezzi pubblici. Un’innovazione scelta dall’ATM, l’azienda che gestisce il trasporto pubblico locale, che nella nota ufficiale di comunicazione, ha spiegato che il nuovo ticket non è nominativo e dunque può essere usato da persone diverse che non viaggiano, però, contemporaneamente.

“L’obiettivo è quello di evitare il più possibile lo spreco di biglietti a perdere e di carta in una visione concreta di sostenibilità ambientale – ha spiegato la società – che incoraggia a ricaricare il biglietto anziché buttarlo dopo ogni singolo viaggio”.

Come funziona il nuovo ticket

“RicaricaMi” si chiama il nuovo biglietto ricaricabile che dovrà, dunque, essere usato da tutti, in modo indistinto, a partire dal 7 maggio. Non è altro che un biglietto elettronico, gratuito, che va ricaricato quando serve presso le casse automatiche di Atm e nei punti vendita autorizzati come bar, edicole o tabacchi.

Per usarlo basta avvicinarlo al lettore ottico che si trova sui dispositivi dei mezzi di superfice o ai tornelli della metropolitana. Le fessure nelle quali si inseriva il vecchio biglietto cartaceo non saranno più utilizzate e piano piano, dice ATM, verranno eliminate.

Si possono acquistare fino a 30 biglietti ordinari tutti da caricare sulla stessa tessera e 5 carnet con le tariffe di tutte le zone che rientrano nel sistema. L’azienda dei trasporti ricorda che sulla tessera possono essere caricati anche i ticket che consentono di viaggiare sulle tratte ferroviarie di Trenord e “sui mezzi di trasporto dei gestori extraurbani che operano nel territorio del Sistema tariffario Stibm”.

Impostazioni privacy