Finisce nell’impastatrice mentre lavora: operaio perde la vita in un cantiere

In un cantiere di Cancello ed Arnone, in provincia di Caserta, un operaio di 62 anni ha perso la vita in un tragico incidente sul lavoro. All’arrivo dei soccorsi era ormai troppo tardi.

Casco operaio
Casco da operaio (Yahoomagazine.com)

Un operaio di 62 anni ha perso la vita nel pomeriggio di ieri a Cancello ed Arnone, piccolo comune della provincia di Caserta, in seguito ad un incidente avvenuto all’interno di un cantiere allestito per l’installazione della fibra ottica.

Per cause ancora da accertare, il 62enne è finito in un’impastatrice rimanendo incastrato. I soccorsi, giunti subito sul posto dopo la segnalazione, hanno liberato l’operaio, ma non è stato possibile far altro che constatarne il decesso. La dinamica e le cause dell’incidente sono ora al vaglio delle forze dell’ordine che hanno svolto le verifiche sul posto.

Cancello ed Arnone, finisce in un’impastatrice del cantiere: muore operaio 62enne

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

Si chiamava Raffaele Boemio, l’operaio di 62 anni che ha perso la vita nel pomeriggio di ieri, giovedì 16 maggio, a Cancello ed Arnone, in provincia di Caserta.

Il 62enne, originario di Afragola (Napoli), secondo quanto ricostruito, come scrivono alcune fonti locali e la redazione di Today, era impegnato in alcuni lavori all’interno di un cantiere per l’installazione della fibra ottica. Improvvisamente, però, è finito all’interno di un’impastatrice del cemento.

Nell’immediato è stato lanciato l’allarme e sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco e l’equipe medica del 118. I pompieri hanno estratto il 62enne dal macchinario, ma era ormai troppo tardi: i sanitari hanno potuto solo dichiararne la morte.

Intervenuti anche i carabinieri a cui sono state affidate le indagini per determinare la dinamica dell’incidente mortale. L’autorità giudiziaria ha disposto l’esame autoptico sulla salma che verrà effettuata nelle prossime ore.  Secondo quanto emerso, l’operaio sarebbe andato in pensione tra qualche mese.

L’operaio morto in un maneggio nei giorni scorsi

Martedì un operaio di 57 anni aveva perso la vita mentre lavorava in un maneggio di Crespina Lorenzana, in provincia di Pisa. Il 57enne sarebbe stato scaraventato contro lo stipite del cancello da un cavallo che stava riaccompagnando in una delle stalle del centro ippico. Inutile il tempestivo intervento dei soccorsi per l’operaio.

Impostazioni privacy