Juventus, esonero Allegri: gli aggiornamenti e la decisione della società bianconera

Dopo il comportamento eccessivo in Coppa Italia, Massimiliano Allegri riceve l’esonero di due giornate: la decisione della Juventus.

Il faccia a faccia tra Allegri e il Quarto Uomo
Il faccia a faccia tra Allegri e il Quarto Uomo (YahooMagazine.com)

Il comportamento di Massimiliano Allegri in Coppa Italia, nella partita tra Juve e Atalanta, svoltasi allo Stadio Olimpico di Roma, è sembrato davvero eccessivo. Una partita importante, che ha provocato grande nervosismo in campo e sulle panchine dei due allenatori. Ma dopo un intero match, tutto sommato sotto controllo, proprio nei minuti di recupero è successo il caos.

L’arbitro Maresca non ha segnalato ai bianconeri un fallo in attacco, e ciò è bastato per far sbottare l’allenatore della Juventus, il quale ha creato spettacolo proprio negli ultimi minuti: l’entrata in campo, il faccia a faccia con il quarto uomo, la giacca gettata a terra. Allegri si è scatenato, sfogando tutta la tensione, rimediando un cartellino rosso.

L’esonero di Allegri dopo il comportamento folle in Coppa Italia: che cosa ha deciso la Juventus

Allegri senza giaccia, dopo averla gettata a terra
Allegri senza giaccia, dopo averla gettata a terra (YahooMagazine.com)

A seguito del cartellino rosso, il coach juventino si è tolto anche la cravatta, lanciandola via, correndo verso gli spogliatoi, salvo ritornare in campo due minuti dopo, con il sorriso sul volto. La sua squadra ha battuto l’Atalanta, guadagnandosi il trofeo. I festeggiamenti, però, non sono riusciti a cancellare la macchia.

Tra l’altro, ha suscitato polemiche anche il comportamento dello stesso Allegri ai danni di Cristiano Giuntoli, il dirigente bianconero, quasi scacciato in malo modo. Nell’intervista post partita, Allegri ha poi chiarito che aveva necessità di sfogare la tensione, che la Coppa Italia era un obiettivo importantissimo per il club, e che non era sua intenzione offendere nessuno.

Ma il pastrocchio ormai è stato fatto, e così si è beccato due giorni di squalifica per comportamento scorretto e irrispettoso. La squalifica dell’allenatore, a questo punto, chiude definitivamente un capitolo della storia bianconera. Nonostante sul contratto abbia la clausola del rinnovo per un altro anno, per Massimiliano Allegri è giunto il capolinea.

Allegri al capolinea: potrebbe terminare la sua avventura in bianconero già da oggi

Un addio che era già stato preventivato e che ora arriva in anticipo, per volere della dirigenza della Juventus. Nelle scorse ore è già stato contattato, per una sostituzione improvvisa, il tecnico degli Under 19 Paolo Montero. Intanto, da tempo si è concluso l’accordo con Thiago Motta, per il quale sono previsti due anni di contratto più una ulteriore proroga di un anno, per uno stipendio netto di 3,5 milioni di euro, molto meno di quanto guadagna Allegri.

Il comportamento di Allegri, non in linea con lo stile juventino, ha creato scompiglio. Lunedì prossimo, in casa Juve, potrebbe cambiare tutto, e si potrebbe pensare già alla prossima stagione. La dirigenza juventina, inoltre, potrebbe persino provvedere a un licenziamento per giusta causa.

Se ciò dovesse avverarsi, la società risparmierebbe 7 milioni di euro netti, più 2 milioni di euro in bonus, per violazione del codice. Intanto, lunedì prossimo, in panchina, potremmo vedere Montero.

Impostazioni privacy