Napoli, contestazione dei tifosi dopo il ko a Empoli

Bufera in casa Napoli, con i tifosi partenopei in rivolta dopo il ko della squadra contro l’Empoli: Napoli rischia l’estromissione in Europa.

L'Empoli festeggia la vittoria sul Napoli
L’Empoli festeggia la vittoria sul Napoli (Yahoomagazine.com)

Si era capita la difficoltà della squadra sin dai primi minuti della partita, dopo il gol subito al quarto minuto, e infatti è andato nel peggiore dei modi. Il Napoli ha sofferto contro l’Empoli, non concludendo nulla di buono, arrivando a fatica verso la porta avversaria, rischiando in molte occasioni, persino il secondo gol, e subito dopo il fischio finale sono partiti gli scontri.

Il Napoli ha giocato malissimo, contro un avversario modesto, e ciò ha messo in evidenza un lungo trend negativo, facendo infuriare i tifosi. Un malessere nella società che ormai è cronico, e una stagione davvero mediocre, a un anno di distanza dallo Scudetto. I Campioni d’Italia sono crollati su se stessi, incapaci di rialzarsi.

Campioni d’Italia in profonda crisi: la sconfitta con l’Empoli scatena la rabbia dei tifosi

Partita dell'Empoli contro il Napoli
Partita dell’Empoli contro il Napoli (Yahoomagazine.com)

I tifosi sugli spalti, già dal secondo tempo, hanno iniziato a intonare cori contro la propria squadra, mettendo in luce la stagione fallimentare degli uomini di De Laurentiis, il quale sta cercando di modificare numerosi dettagli, con la testa già proiettata alla prossima stagione. Meglio dimenticare la stagione corrente, e come gridano i tifosi azzurri “Meritiamo di più”.

Di Lorenzo è finito nel mirino dei contestatori, l’involuzione della squadra di Calzone è evidente, su quattro gare di Campionato, due sono state perse, mentre da dodici match il Napoli subisce gol, cosa che non accadeva da oltre due decenni, sintomo di una difesa fragile. I numeri contano eccome, e testimoniano il crollo della squadra, disorganizzata in campo.

Difesa fragile, attacco inconcludente, i giocatori sembrano spaesati, terminata la grinta della stagione scorsa. Le ultime speranze di risalita del Napoli sono state spazzate via dall’ennesima sconfitta, e ora scatta la caccia ai punti salvezza per ottenere un posto in Europa. L’aria è ora molto pesante, i tifosi contestano Francesco Calzona, i giocatori e il presidente De Laurentiis.

Proteste dei tifosi partenopei contro la squadra: il record fallimentare del Napoli

“Non siete degni di questa maglia” gridano i tifosi allo stadio e per le strade della città. Quella contro l’Empoli è stata la decima sconfitta in Campionato, quindicesima, se si considerano anche le coppe. Dalla disillusione di non competere per alcun trofeo, ora si è passati alla rabbia. I 3500 tifosi partenopei presenti a Empoli si sono fatti sentire.

Ma la rabbia è rimbalzata anche a Napoli, per le strade, nei bar, nelle case dei tifosi. Con questa sconfitta, il Napoli è a -37 dalla capolista Inter. Per ricordare un record così negativo bisogna risalire al Milan del 1997, Campione d’Italia nel ’96 e poi sceso a -22 dalla Juventus l’anno seguente, o addirittura la Juve del 1962, finita a -24 dal Milan capolista. Questo del Napoli è un record ancora più pesante.

Impostazioni privacy