Tragedia nel cantiere della metro: morto operaio, gravi due colleghi

Un operaio di 63 anni è morto ed altri due colleghi sono rimasti gravemente feriti in un incidente avvenuto oggi nel cantiere della metropolitana di Napoli.

Cantiere metro Napoli
Napoli, il cantiere in cui è avvenuto il tragico incidente (Yahoomagazine.com)

Ennesima tragedia sul lavoro nel nostro Paese. Nel primo pomeriggio di oggi, un operaio di 63 anni ha perso la vita ed altri due sono rimasti gravemente feriti mentre si trovavano all’interno di un cantiere della metropolitana di Napoli, in zona Capodichino.

I tre operai si trovavano, secondo le prime ricostruzioni, a bordo di un trenino, utilizzato per gli spostamenti nel cantiere, che si sarebbe schiantato contro un macchinario. Diversi i mezzi di soccorso intervenuti sul posto insieme ai vigili del fuoco e le forze dell’ordine. I sanitari non hanno potuto far nulla per la vittima, mentre i due colleghi sono stati trasportati in ospedale in codice rosso.

Napoli, incidente nel cantiere della metro: morto operaio 63enne, gravi due colleghi

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco (Yahoomagazine.com)

Un morto e due feriti gravi. Questo è il bilancio dell’incidente sul lavoro avvenuto intorno alle 15 di oggi, mercoledì 22 maggio, all’interno di un cantiere della metropolitana di Napoli. La vittima è Antonio Russo, 63enne di Giugliano in Campania che sarebbe dovuto andare in pensione tra qualche mese.

Ancora da determinare con esattezza la dinamica della tragedia, ma stando alle prime ricostruzioni, come scrivono alcune fonti locali e la redazione di Sky Tg24, Russo ed altri due colleghi di 54 e 59 anni, erano a bordo di un piccolo treno, che li stava trasportando da un punto ad un altro del cantiere, finito contro un macchinario.

Dopo la chiamata al numero unico per le emergenze, sul posto, in zona Capodichino, sono arrivati le squadre dei vigili del fuoco e l’equipe medica del 118. Nulla da fare per Russo, di cui è stato constatato il decesso. I due colleghi feriti sono stati trasportati in codice rosso in ospedale, dove si trovano ricoverati in prognosi riservata. Il 54enne, in condizioni più gravi, avrebbe riportato un trauma cranico, mentre l’altro una contusione a una gamba, la frattura di alcune costole ed è arrivato in nosocomio in stato di shock.

La Polizia di Stato del capoluogo campano sta ora indagando e svolgendo gli accertamenti sul posto in modo da chiarire la dinamica dell’incidente.

L’incidente sul lavoro di domenica

Una strage senza fine quella dei morti sul lavoro in Italia. Solo qualche giorno fa, nella mattinata di domenica, un operaio 63enne aveva perso la vita a Tavazzano, nella provincia di Lodi. La vittima era stata travolta da un tagliaerba che stava scaricando da un furgone. Inutile l’intervento dei soccorsi che hanno constatato il decesso dell’operaio.

Impostazioni privacy