Francesca Russo morta nel sonno: chi era e cosa sappiamo finora

Il caso di Francesca Russo, la giovane morta nel sonno a casa del suo compagno: cosa è successo davvero a questa ragazza.

Francesca Russo
Francesca Russo morta a soli 26 anni (YahooMagazine.com)

Francesca Russo, una giovane estetista di 26 anni, è stata trovata morta sabato mattina nella casa del suo datore di lavoro, un imprenditore di 39 anni che vive a Ciampino, alle porte di Roma: i due stavano insieme e lo stesso uomo ha chiamato i soccorsi. A quanto pare, la sera prima i due erano stati in discoteca, poi al risveglio la tragedia: una vicenda che è piena di punti oscuri.

La giovane estetista stava assumendo farmaci anticoagulanti da circa quindici giorni, in seguito a un’operazione al setto nasale e stando ai primi risultati dell’autopsia compiuta su questa ragazza, Francesca Russo sarebbe morta a causa di una perforazione gastrica che ha provocato un’emorragia gastrointestinale. Un’altra vita spezzata, dunque, trovata morta in casa come il giovane rinvenuto dalla madre.

Il caso di Francesca Russo: che cosa si stanno chiedendo gli inquirenti in queste ore

chi era francesca russo
Cosa non torna nel caso della morte di Francesca Russo (YahooMagazine.com)

Ma cosa è successo a questa ragazza e perché questo caso sta interessando anche le autorità investigative? Un caso, quello di Francesca Russo, di cui potrebbe occuparsi una trasmissione come ‘Chi l’ha visto?’, che si dedica alle persone scomparse, ma anche a cold case quali quello di “Enrichetta” e delle sue vittime. Ulteriori indagini sono necessarie per capire se i farmaci assunti dalla ragazza abbiano avuto un ruolo.

Gli inquirenti si interrogano intanto su alcuni degli aspetti poco chiari: in particolare si chiedono se Francesca Russo abbia ingerito qualcosa che ha causato il malore fatale. Il suo fidanzato e datore di lavoro ha negato l’uso di droghe e non sono state trovate sostanze stupefacenti nell’abitazione. Inoltre, sul corpo della vittima non sono presenti segni di violenza, per cui oggi tutto lascia presupporre sia stato un evento improvviso.

La Procura di Velletri ha aperto un fascicolo senza ipotesi di reato e senza indagati, mentre in queste ore quanti conoscevano la ragazza, parenti e amici, si domandano come sia potuto succedere qualcosa del genere. Dall’analisi della cartella clinica di Francesca Russo e dagli ulteriori esami quanti conoscevano e amavano la giovane aspettano le risposte che sicuramente non alleviano il dolore.

Portano invece senza dubbio la verità e dissipano le ombre rispetto a che cosa possa aver ucciso questa ragazza, che aveva solo 26 anni e tanti sogni ancora da realizzare. Grande fiducia dunque nelle indagini viene posta dalle persone vicine a Francesca Russo: fare luce sulla sua morte aiuterà anche forse a superare meglio il dolore per il lutto improvviso.

Impostazioni privacy