Serie A, arrivano altri verdetti: come cambia la classifica

Sono arrivate delle ufficialità al termine del 36° turno di Serie A, sia in merito ai piazzamenti per le coppe europee che per quanto riguarda la salvezza. Chi fa già festa.

Serie A i verdetti ufficiali dopo la 36/a giornata: Bologna in Champions e Lecce salvo
Napoli Bologna (Yahoomagazine.com)

La Serie A volge al termine, con soli due turni da giocare per la maggior parte delle squadre e con anche alcuni match ulteriori da recuperare per qualche altra. È il caso di Atalanta e Fiorentina, che si affronteranno addirittura il 2 giugno prossimo per recuperare l’incontro previsto in origine lo scorso 17 marzo.

La partita venne rinviata per il malore poi rivelatosi fatale per l’alto dirigente viola, Joe Barone. Sia l’Atalanta che la Fiorentina hanno delle importanti finali da giocare. I bergamaschi sono all’ultimo atto della Europa League e fronteggeranno il Bayer Leverkusen fresco campione di Germania.

I viola se la vedranno contro i greci dell’Olympiakos per cercare di mettere le mani sulla Conference League. E l’Atalanta ha in ballo pure la finale della Coppa Italia contro la Juventus, con le sue due finali che verranno giocate nel giro di una settimana. Quest’ultimo match è in agenda per il 15 maggio, la finale di Europa League ci sarà il 22.

Nonostante le partite da giocare non manchino, sono già ufficiali diversi verdetti. Ci sono da decidere i piazzamenti per le coppe europee e quelli inerenti la zona retrocessione. E non mancano anche diversi scontri diretti. Però ci sono anche alcune raggiunte ufficialità per quanto riguarda la classifica della Serie A.

I verdetti già ufficiali, la classifica di Serie A dice questo

Serie A i verdetti ufficiali dopo la 36/a giornata: Bologna in Champions e Lecce salvo
Esultanza Lecce (Yahoomagazine.com)

C’è bagarre per quanto riguarda la corsa ad un piazzamento Champions. Ed il Bologna può fare festa, grazie al successo dell’Atalanta sulla Roma (che pure rappresentava uno scontro diretto in tal senso, n.d.r.) che ha sancito la aritmetica qualificazione per i rossoblu emiliani.

Pure la Juventus ha beneficiato di ciò. Ancora, c’è anche la Lazio che è sicura di prendere parte come minimo alla Conference League e che potrebbe pure mirare a qualificarsi o per l’Europa League o (molto più difficile) per la Champions.

Non bisogna dimenticare poi che pure il sesto posto potrebbe fornire il pass per giocare la Champions 2024/2025 con formula rinnovata. Le squadre italiane qualificate di diritto sono cinque, grazie al miglior coefficiente UEFA stagionale ottenuto dall’Italia.

Se l’Atalanta dovesse arrivare sesta e vincere al contempo la Europa League, otterrebbe di diritto una wild card per potere andare in Champions. E così le italiane sarebbero ben sei.

Discorso simile interessa la Fiorentina, in caso di piazzamento finale in Serie A dal nono posto a scendere e con la contemporanea vittoria della Conference League. I toscani così andrebbero in Europa League. In coda invece si è salvato il Lecce, grazie alla vittoria del Milan sul Cagliari. Quindi i verdetti certi sono i seguenti:

Inter campione d’Italia;

In Champions League: Inter, Milan, Bologna e Juventus;

Certe di giocare le coppe europee: Atalanta, Roma e Lazio.

Certo della salvezza: Lecce;

Retrocesse in Serie B: per ora solo la Salernitana.

Ed altre ufficialità potrebbero giungere già al fischio finale della 37/a giornata.

Impostazioni privacy